Live your adventure - CaviSestri Open Water Swimming

Vai ai contenuti











LIVE YOUR ADVENTURE
_________________














CAVI SESTRI









La scheda della prossima edizione

_________________________________________



Saranno tutte gare in linea lungo la costa, con barche appoggio, canoe, lance a remi di accompagnamento e boe di segnalazione del tracciato. In caso di avversità meteo marine le gare o si terranno nella Baia delle Favole, o verranno annullate ad insindacabile giudizio della Capitaneria di Porto, della Protezione civile e del GUG per salvaguardare la sicurezza degli Atleti.


Posteggio da autostrada A12 casello di Sestri Levante.
La distanza tra il casello della autostrada A12 ed il posteggio è di 1,4 Km. Il posteggio si chiama
Posteggio di Via Baden Powell. Lungo la strada che arriva, lato destro, ci sono altri posteggi
liberi. Prima di entrare in Via della Chiusa a sinistra ci sono altri posteggi liberi.


Le partenze verranno indicate presso il ritrovo dove verrà effettuata la punzonatura all’ interno dell’
ARENA CONCHIGLIA, salvo diversa indicazione degli ultimi giorni; indicazioni che saranno
pubblicate sulla pagina facebook e sul blog.
L’ ARENA CONCHIGLIA si trova 10 metri dopo l’ imbocco della Baia di Portobello sulla salita
dopo l’ Hotel Due Mari.

Le foto dell'edizione 2019



Foto gara 3km 2019
_______________________________________________________________
Foto Gara Open 2019
_______________________________________________________________
Foto ritrovo e premiazione
__________________________________________________

Edizioni Precedenti


Dove nuotiamo
La Baia del Silenzio e dintorni
Sponsor
Media Partner
Event Partner
Main Sponsor

Preparazione Sportiva

Mission

CAVI SESTRI dal 1975 - La nostra scommessa
 
La plastica sta uccidendo il mare. I rifiuti rilasciati in mare sono materiali persistenti, prodotti lavorati e poi scartati, smaltiti o abbandonati nell’ambiente marino e costiero. Ne fanno parte articoli di consumo come bottiglie di plastica, sacchetti, palloncini e tanto altro. Sono comprese anche attrezzature da pesca come lenze, cime, ami, boe e altri materiali persi o gettati intenzionalmente in mare. Parole documentate da Mauro Vicini del Lavagna ’90 che ha scattato queste foto.
Fintanto che si continuerà a sversare in mare la nostra immondizia, questa si riverserà sulla costa e pian piano si frantumerà in minuscole particelle di nano plastica che verrà mangiata dagli esseri viventi acquatici che diventano a loro volta nostro cibo. L’inquinamento dei mari dovuto alla plastica è riconosciuto a livello mondiale come un’ enorme preoccupazione ambientale. Rappresenta un pericolo per tutta la vita marina: squali, tartarughe e mammiferi marini a cui causano lesioni o morte per annegamento, intrappolamento o inedia in seguito all’ ingestione. La plastica costituisce gran parte dei rifiuti marini che stanno soffocando i nostri oceani. La stessa Commissione europea si sta impegnando nella lotta contro l’inquinamento da plastica, il governo comunitario, dopo aver varato a gennaio 2018 la prima “Plastic Strategy” al mondo, torna alla carica con una nuova proposta legislativa, per la riduzione delle materie plastiche nell’ambiente. La maggior parte dei cittadini UE, ben l’87%, è preoccupato dell’impatto ambientale della plastica e il 74% del suo impatto sulla salute. La filiera del riciclo, che dovrebbe assicurare una riduzione della plastica prodotta non funziona. Viene raccolto per il riciclo solo un rifiuto plastico su tre. Il 25% viene bruciato. Il resto va in discarica o nel mare. Non a caso, ad oggi, oltre l’80% dei rifiuti trovati sulle spiagge è di plastica. E quei rifiuti sono costituiti principalmente da oggetti monouso: cotton fioc, contenitori per bevande, sacchetti, posate, piatti ed i resti degli attrezzi da pesca rilasciati in mare.
Per queste argomentazioni noi della CAVI SESTRI, quale prima gara OPEN WATER, di concerto con il Comune di Sestri Levante e con Mediaterraneo Servizi, abbiamo deciso di eliminare le bottigliette di acqua in plastica monouso dalla nostra manifestazione di concerto con l’ Azienda ECO COPPER, nostra sponsor, realtà imprenditoriale giovane e dinamica, presente nel territorio di Carasco in provincia di Genova, molto attenta alle tematiche ambientali che si occupa del recupero di metalli e materiali non ferrosi, della lavorazione e rigenerazione degli stessi utilizzando mezzi tecnologici avanzati. Per informazioni la pagina Facebook: ECO COPPER.
Abbiamo quindi contatto l’ Azienda ACQUA SANT’ ANNA Fonti di Vinadio, una delle acque minerali naturali più incontaminate, leggere e povere di sodio al mondo. In meno di 48 ore Acqua Sant’Anna, arriva dai circa 2000 metri alpini direttamente alle nostre tavole. È filosofia aziendale di Acqua Sant’Anna proteggere questo equilibrato ecosistema e, credendo in un futuro BIO, lavorare alla ricerca di innovazioni che rispettino sempre più l’ambiente di cui tutti facciamo parte.  ACQUA SANT’ ANNA ha creduto nel nostro progetto di proteggere il mare, grazie alla sua Sant’Anna Bio Bottle primo kit (bottiglia e tappo) al mondo prodotti con PLA totalmente BIO, un particolare polimero che si ricava dalla fermentazione degli zuccheri contenuti nelle piante, senza neanche una goccia di petrolio o suoi derivati. Il risultato è una Bioplastica Verde rivoluzionaria perché compostabile in soli 80 giorni.
Torna ai contenuti